Il pegging è una pratica sessuale nella quale l’uomo viene penetrato analmente da una donna che indossa uno strap-on dildo e attraverso il rapporto anale viene stimolato il cosiddetto punto L.

Secondo il sessuologo Charlie Glickman, che sul suo blog ha scritto un post dal titolo “Come il pegging salverà il mondo”, il valore aggiunto della pratica erotica del pegging è aiutare le persone a sviluppare empatia e comprensione. È vero, la partecipazione emotiva è fondamentale, come è molto importante capire anche i desideri del proprio partner e aiutarlo ad esprimerli, a scoprirli. La donna, nel pegging, può avere anche il compito di guidare l’uomo verso ciò che lei stessa desidera.

Essere uomini oltre lo stereotipo

Nonostante il sesso anale sia una pratica comunemente diffusa tra uomo e donna, viene ancora considerata un tabù. Lo stereotipo di genere impone che il sesso anale subito dall’uomo sia legato alle pratiche omosessuali e in pochi avrebbero dunque il coraggio di ammettere che la stimolazione del punto L con un dildo risulta incredibilmente piacevole anche quando si è eterosessuali.

Quanto piace a Lei fare pegging con il suo Lui?

Ask Reddit, in una recente inchiesta sul tema, ha chiesto alle donne di rivelare cosa amano di più del pegging, ecco qualche dichiarazione:

“Oh dio, i suoi fremiti quando struscio avanti e indietro sulla prostata, è delizioso”

“Amo la sua reazione quando lo penetro, e lui dice che solo indossare la cintura con il dildo mi fa apparire più sexy e sicura di me. Mi sento piena di me e più potente quando lo indosso”

“È bizzarro perché la società ci insegna che gli uomini non sono così, sono le donne a essere sottomesse e che hanno bisogno di sdraiarsi e aprire le gambe. Ma a me sembra PIÙ maschio e sicuro della sua mascolinità un uomo quando è così arrapato e virile ed è tanto a suo agio con se stesso da interessarsi solo al fatto che ha solo voglia di stimolare sessualmente un’altra parte del suo corpo”

“La parte migliore è sapere quanto sia bello, straordinario, sexy e sbalorditivo quello che stanno provando perché tu glielo stai procurando. Per me si tratta molto meno di dinamiche di potere e molto di più di intensità, piacere e intimità”.

Come fare del pegging? 

Per praticare il pegging serve:

  1. un dildo;
  2. del lubrificante;
  3. dolcezza;
  4. pazienza;
  5. complicità

È importante scegliere i giusti CoupleTOYS per rendere la pratica un'esperienza unica. Oltre i classici strapon, noi vi consigliamo questi stimolanti doppi dildo in varie forme e colori, per rendere la condivisione con il partner ancora più emozionante.

Ecco qualche suggerimento:

SHAREVIBE

SHAREVIBE e il toy pensato per le coppie in cerca di condivisone vibrante. È il CoupleTOY per eccellenza. Grazie al BULLET vibrante incorporato nella base con 5 decise velocità di vibrazione, permette alla coppia di condividere le vibrazioni durante il rapporto. Best-seller per oltre un decennio, il CoupleTOY SHARE è ora disponibile con un BULLET vibrante integrato nella base. La nuova versione di questo amatissimo love toy si chiama SHAREVIBE. Ha un lato corto (il bulbo) e un lato più lungo (l'albero). Il lato corto viene inserito in vagina dal partner che riveste il ruolo attivo durante il rapporto. Il partner che indossa SHAREVIBE ha il controllo completo della parte più lunga del toy grazie ai muscoli pelvici che gli permettono di trattenerlo in modo intuitivo. Il partner passivo godrà della circonferenza e della lunghezza della parte più lunga di questo toy, progettato per essere percepito proprio come un'estensione del corpo di chi lo indossa. La caratteristica rivoluzionaria di SHAREVIBE è che ospita un BULLET rimovibile più forte di qualsiasi altra unità di vibrazione solitamente utilizzata in questo tipo di toy. 2 ritmi di vibrazione e 3 intensità differenti in questo BULLET vibrante impermeabile e ricaricabile! Le sue vibrazioni possono durare fino a 90 minuti alla massima velocità.

Oppure puoi provare la versione classica senza vibrazione

SHARE 

Che tipo di lubrificante usare per fare pegging?

Nel sesso anale la lubrificazione è fondamentale per rendere l’esperienza non dolorosa. Ci sono fondamentalmente tre tipologie di lubrificanti che si possono usare: a base d’acqua, a base di olio e a base di silicone. La maggior parte degli esperti consigliano un lubrificante a base d’acqua da applicare generosamente perché sono idrosolubili e non hanno controindicazioni. Il problema è che potrebbero seccarsi durante l’utilizzo, quindi durante il rapporto anale è necessario applicarlo spesso. I lubrificanti a base di olio, invece, non si asciugano all’aria aperta e durano di più ma non vanno bene col preservativo. Infine i lubrificanti a base siliconica sono adatti al rapporto anale perché non si assorbono velocemente. Non rovinano i preservativi ma possono macchiare i tessuti e non sono consigliati con i dildo in silicone. 

Il pegging è doloroso?

La prima cosa da evitare sono le penetrazioni brutali e non lubrificate poiché potrebbero provocare micro-ferite o sanguinanti che potrebbero in futuro inibire l’amplesso. È fondamentale, infatti, bloccare o avvisare il proprio partner se ci si sente a disagio e o se si sta provando dolore, per evitare che ci siano danni e traumi. Anche per il sesso anale, il rischio di contagio di malattie sessualmente trasmissibili esiste, così come per tutti i rapporti sessuali.

Usare il preservativo, poiché la mucosa rettale è particolarmente fragile e porosa, è sempre un buon metodo per proteggersi. Inoltre è consigliabile evitare di passare dalla penetrazione anale a quella vaginale: i germi contenuti nel retto potrebbero provocare un’infezione vaginale, dalla candida alla cistite.

I ruoli prestabiliti, nel sesso, solo quando si è di fretta ;)